Souvenir in resina
rivetta@souvenirs.it

Souvenirs



Tutti gli articoli di souvenirs che vedete di seguito sono l'esempio di cio che noi possiamo personalizzare creare e modificare secondo le Vostre esigenze.Potete richiedere su ogni articolo quello che volete raffigurare sia una localita' un monumento o semplicemente un logo.Abbiamo,come potete vedere una vasta scelta di articoli di vario genere cercando di incontrare i gusti e le varie esigenze in base a cio' che si desidera

Gli articoli che vedete in questa pagina sono un esempio di cio che possiamo offrire


































Souvenir - storia di oggetti carichi di suggestione

I viaggiatori più accorti da secoli ricercano testimonianze d’arte e di cultura che contengano magicamente il genius loci del paese visitato. L’artigianato turistico, di norma, esprime un’identità culturale locale. Vengono acquistati e portati a casa oggetti che hanno un valore simbolico, piccoli trofei che racchiudono un passato più o meno tradizionale. In ogni caso, sono oggetti carichi di suggestione.

Era così ai tempi del Grand Tour settecentesco, lo è ancora nell’era della vacanze di massa. Se molte cose negli ultimi secoli sono cambiate, rimane il fatto che partire e tornare non basta: bisogna raccontare l’avventura, mostrare di averla vissuta, esibire dei souvenir. Nascono così piccoli “reliquiari” personali, tra le mura domestiche. Scagli la prima pietra (fermacarte) chi non è mai stato tentato da una semisfera di plastica trasparente che racchiude un paesaggio, o un monumento. Il fatto che basti girarla per provocare una nevicata… non è poco.

Il viaggio nel mondo degli oggetti ricordo si svolge lungo una strada poco battuta. E’ un cammino sorvegliato da simboli bizzarri, in parte ancora da scoprire e da interpretare. La via è costellata di piccoli mostri (dal latino monstrum, stranezza mostrata) che servono per ricordare. I souvenir sono dolci trappole, che ci fanno affondare in un mare di suggestioni. Come dimostrano le mini videocamere di plastica colorata, vendute nei chioschi come souvenir, è il meccanismo stesso della replicazione della realtà che misteriosamente ci affascina.

Messa da parte la psicologia, l’aspetto antropologico dei souvenir turistici ha a che vedere con l’identità locale. L’oggetto ricordo è comunemente inteso come una parte per il tutto. E’ infatti un’espressione di cultura materiale che contribuisce alla definizione del profilo identitario degli autoctoni. Che ne siano consapevoli, o meno. Sono proprio questi oggetti, oggi, a plasmare le forme del ricordo. Per quanto misconosciuti, stilizzati o miniaturizzati, il loro significato ha evidentemente ancora la carica necessaria per attirare l’attenzione del turista. Che come abbiamo visto, ha un antico bisogno di portasi a casa lo “scalpo” della cultura visitata.